«Passeur de Culture»: un nuovo progetto internazionale per gli allievi dell’ITS T&F

Un’importante opportunità è alle porte per i ragazzi dell’ITS Tech&Food!

Partirà infatti a breve, nell’ambito del programma Eramsus+, il progetto internazionale “Passeurs de culture”, che coinvolgerà direttamente i nostri allievi.

Voluto dall’AANA (Agence de l’Alimentation Nouvelle Aquitaine), il progetto si articolerà su due anni e vedrà impegnati scuole di tecnologia, università e licei agroalimentari provenienti da Francia, Spagna, Portogallo e Italia.

Il progetto “Passeurs de Culture” – letteralmente “Tramandatori di Cultura” – ha come scopo principale quello di sviluppare una “Strada europea dei sapori”, percorrendo – idealmente e non – un itinerario attraverso le tradizioni e le innovazioni agroalimentari di quattro Paesi del Sud dell’Europa. Una rappresentanza di ogni Paese (in momenti già prestabiliti in un Kick-dif meeting avvenuto a novembre 2019) si recherà nelle altre Nazioni partner, visiterà realtà agroalimentari locali e poi metterà “le mani in pasta” cucinando piatti della tradizione culinaria del luogo, con prodotti tipici del territorio (non a caso tutte le missioni si chiamano “J’irai cuisiner chez toi” – cioè, “Vengo a cucinare a casa tua”!).

La prima “missione” in programma partirà il prossimo 17 febbraio 2020 ed il primo Paese a spalancare le porte delle proprie cucine sarà la Francia: dal 17 al 22 febbraio quindi, i nostri ragazzi avranno la possibilità di ammirare le bellezze della Nuova Aquitania e andranno alla scoperta del magico mondo del Cognac, del quale apprenderanno il processo di invecchiamento direttamente da un artigiano di botti; non solo, osserveranno anche da vicino il lavoro dei produttori di ostriche, in un affascinante paesino di pescatori a Marennes Oléron e conosceranno i segreti della tipica produzione cerealicola francese.

Tutto ciò permetterà ai nostri allievi e agli altri studenti coinvolti nel progetto di vedere e testare con mano i mestieri e il modus operandi tipico di alcuni dei più importanti distretti agroalimentari del Sud Europa e, perché no, anche di creare collaborazione e conoscere meglio i propri “vicini di casa”.

Liliana Morreale

Coordinatore ITS Tech&Food